By Domenico Losurdo

Nel 1989, los angeles realizzazione di un mondo senza guerre sembrava a portata di mano; oggi, oltre al terrorismo e ai conflitti locali, torna a incombere il pericolo di una terza guerra mondiale. Come spiegare story parabola? Losurdo traccia una storia inedita e coinvolgente dell’idea di velocity dalla rivoluzione francese ai giorni nostri. Da questo racconto, di cui sono protagonisti i grandi intellettuali (Kant, Fichte, Hegel, consistent, Comte, Spencer, Marx, Popper ecc.) e importanti uomini di Stato (Washington, Robespierre, Napoleone, Wilson, Lenin, Bush sr. ecc.), emergono i problemi drammatici del nostro pace: è possibile edificare un mondo senza guerre? Occorre affidarsi alla non violenza? Qual è il ruolo delle donne? l. a. democrazia è una reale garanzia di speed o può essa stessa trasformarsi in ideologia della guerra? Riflettere sulle promesse, le delusioni, i colpi di scena della storia dell’idea di speed perpetua è essenziale non solo according to comprendere il passato ma anche consistent with ridare slancio alla lotta contro i crescenti pericoli di guerra.

Show description

Read Online or Download Un mondo senza guerre. L’idea di pace dalle promesse del passato alle tragedie del presente PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Booklet by way of Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in line with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Additional info for Un mondo senza guerre. L’idea di pace dalle promesse del passato alle tragedie del presente

Example text

E comunque, il concreto significato politico di tale presa di posizione emergeva con chiarezza dalla consonanza con la pubblicistica rivoluzionaria del tempo. Già nel 1 7 8 9 -9 0 , nelle sue L e t t e r e d a P a r i g i , un autore in corrispondenza con Kant, e cioè Joachim H. Cam­ pe (1977, p. 13) riferiva con entusiasmo del venir meno dell’ «onnipotenza dei militari»: ormai, a partire dalla svolta appena verificatasi, il «solda­ to» obbediva alla «voce del cittadino», impegnato nel suo lavoro pacifi­ co e quindi restio a rischiose avventure militari.

89-90 e nota). ]. Il mondo intero è per loro l’Inghil­ terra. I restanti paesi e uomini sono solo un’appendice, un accessorio» (cit. in Abegg, 1976, p. 186). Uno sciovinismo di massa accompagnava la trion­ fale espansione commerciale, coloniale e imperiale della Gran Bretagna; la partecipazione del popolo o degli organismi rappresentativi alle decisioni politiche non era di per sé sinonimo di promozione della causa della pace. 9. L ’idea kantiana di pace perpetua ieri e oggi Il problema appena visto a proposito della Gran Bretagna finisce con l’emergere anche in relazione al paese che con la rivoluzione si era dato un’autentica «costituzione repubblicana»; nell’A n t r o p o l o g i a (pubblica­ ta nel 1798, cioè quattro anni dopo il colpo di Stato che aveva rovesciato Robespierre e il potere giacobino) Kant poteva ben contrapporre il «con­ tagioso spirito di libertà» proprio dei francesi ( k g s , voi.

116); esso doveva essere contenuto e liquidato a ogni costo, senza la­ sciarsi inceppare dai confini statali e nazionali. P e r l a p a c e p e r p e t u a procedeva a una confutazione articolata di tale argomento: «Il cattivo esempio che una persona libera dà ad altri (in quanto s c a n d a l u m a c c e p t u m ) non costituisce una lesione », non è un atto di violenza, non è un’aggressione. E dunque, l’intervento militare delle potenze controrivoluzionarie non era in alcun modo legittimato. In se­ condo luogo - aggiungeva ironicamente il filosofo - «siffatto scanda­ lo può piuttosto servire di ammonimento per l’esempio dei grandi mali che un popolo si tira addosso con la sua licenza sfrenata» ( k g s , voi.

Download PDF sample

Rated 4.32 of 5 – based on 41 votes