By Gianluca Ranzini, Margherita Hack, A. Agliardi

Anche se sembra incredibile, tutto ciò che esiste in natura - gli esseri inanimati come quelli animati, compreso l'uomo - è composto di carbonio, idrogeno, ossigeno e azoto... ovvero degli elementi di cui sono fatte le stelle. Ed è proprio lì che è cominciata los angeles vita, nelle leading stelle che si sono formate dopo l. a. grande esplosione del huge Bang. Dunque, se vogliamo conoscere i nostri veri "antenati", non ci resta che seguire Margherita Hack in questo viaggio fantastico, che ci porta a nine miliardi di anni luce dal nostro pianeta. Alla guida di un'astronave fantascientifica, che attraversa il cielo alla velocità della luce, Margherita si lancia nello spazio sopra le nostre teste, si ferma a curiosare fra i pianeti del sistema solare, sfiora comete e asteroidi, aggira buchi neri, si immerge nelle nebulose, si tuffa nelle spirali delle galassie. Gli spettacolari oggetti celesti che incontriamo through through non hanno segreti in keeping with l. a. nostra guida che, con l'aiuto del computing device di bordo, risponde a tutte le domande e soddisfa ogni possibile curiosità dei viaggiatori: quanto è caldo il Sole? Che cosa succede quando due galassie si scontrano? Che cos'è los angeles materia oscura? Come si misura l. a. distanza di una stella? Di tappa in tappa l. a. navicella si sposta sempre più lontano nello spazio e nel pace e alla tremendous della scorribanda interstellare ci ritroviamo al momento del gigantic Bang, in keeping with assistere "in diretta" alla nascita dell'universo e alle major fasi della sua vita.

Show description

Read or Download Tutto comincia dalle stelle: viaggio alla velocità della luce tra pianeti, astri e galassie PDF

Similar italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Publication by way of Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Extra resources for Tutto comincia dalle stelle: viaggio alla velocità della luce tra pianeti, astri e galassie

Example text

In sostanza, la materia di cui è composto l’astro è sempre la stessa, in particolare idrogeno. Però, andando verso il centro questo elemento è sempre più compresso a causa della pressione degli strati che stanno sopra, proprio come accade in mare quando si scende in profondità. E più l’idrogeno è compresso, più diventa caldo. Anche il Sole, come i pianeti, è fatto a strati. Quello più centrale è il nucleo, dove c’è una temperatura di oltre 13 milioni di gradi! È proprio grazie a queste condizioni estreme di temperatura (e anche di pressione) che possono avvenire le reazioni di fusione nucleare.

Al capo opposto c’è Nettuno, il cui anno dura la bellezza di quasi 165 di quelli terrestri! Le diverse distanze dei pianeti dal Sole influenzano anche la possibilità di vedere questi corpi celesti nel nostro cielo notturno. Mercurio e Venere, che sono molto vicini a lui, sono visibili solo subito dopo il tramonto o appena prima dell’alba. Nel primo caso verso occidente, cioè dove avviene il tramonto, nel secondo verso oriente. In poche parole, questi due pianeti non si discostano mai molto dalla posizione in cui si trova il Sole, e quindi si perdono nelle luci dell’alba e del tramonto.

E, come fa il Sole di giorno, così fanno le stelle di notte: alcune sembrano sorgere dalla parte orientale dell’orizzonte, per poi andare a tramontare dopo qualche ora verso occidente. Insomma, siamo noi che giriamo, portati dalla rotazione terrestre, non il cielo. » Invece non è così. Non ci accorgiamo del fatto che siamo trascinati dalla Terra perché il movimento rotatorio è perfettamente uniforme; non ci sono né frenate né improvvise accelerazioni. Per fortuna. Se il nostro pianeta variasse bruscamente la velocità del suo moto ci sarebbero sconvolgimenti ancora più grandi dei peggiori terremoti e tsunami.

Download PDF sample

Rated 4.40 of 5 – based on 36 votes