By Diego Marconi

Show description

Read or Download Per la verità. Relativismo e la filosofia PDF

Similar italian_1 books

L'eroe tragico moderno

E-book through Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore consistent with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Extra resources for Per la verità. Relativismo e la filosofia

Sample text

Ci sono molte proposizioni vere che non sono e non saranno mai giustificate (alcune di esse non possono esserlo). E d’altra parte, è possibile che molte proposizioni giustificate2 non siano vere (le proposizioni giustificate3 sono sicuramente vere, ma solo perché la verità della conclusione di una giustificazione3 è stata incorporata nel concetto di giustificazione3). Oltre a queste considerazioni intuitive, i filosofi hanno prodotto un certo numero di argomentazioni per dimostrare che verità e giustificatezza sono due concetti diversi.

77). L’intuizione realista è particolarmente robusta e radicata nel caso di asserzioni come quelle sul destino del DC9 dell’Itavia e sul numero dei pianeti nell’Universo, cioè nel caso di asserzioni che riguardano il mondo intorno a noi e il suo passato. In certi altri casi, invece, l’intuizione è piú fragile. Considerate, ad esempio, la seguente domanda: Ci sono sette ‘7’ consecutivi nella parte decimale di π, il numero 3,14159...? 2 Se per quanto riguarda la matematica siete inclini al platonismo, cioè se pensate che la matematica descriva oggetti reali che esistono da qualche parte, penserete che l’espansione decimale di π, ancorché infinita, esiste nel mondo degli oggetti matematici, e contiene sette ‘7’ consecutivi oppure non li contiene.

Invece, scrive per esempio Marco Aime: Gulliver è un relativista […] prende atto che c’è una logica anche in quei comportamenti che gli appaiono bizzarri, strani, se non sgradevoli (Aime 2006, p. 13). Di per sé, vedere una «logica» in un comportamento alieno non è nemmeno l’inizio di un apprezzamento di quel comportamento, e non comporta alcuna relativizzazione dei propri comportamenti o dei propri criteri di giudizio. Se giudico che un altro sia coerente nel suo delirio o nella sua perversione morale non gli sto facendo alcuna concessione (semmai il contrario).

Download PDF sample

Rated 4.15 of 5 – based on 5 votes