By Giuseppe Pomba e Comp. editori, Torino

Show description

Read or Download nuova enciclopedia popolare ovvero dizionario generale di scienze, lettere, arti, storia, geografia, ecc. ecc. - volume 13 (TAVOLE) PDF

Similar italian books

Bossic instinct

Il libro raccoglie le principali vignette edite ed inedite del 1993. Un anno così burrascoso dal punto di vista politico da rappresentare, according to Forattini, un'autentica cuccagna.

Additional resources for nuova enciclopedia popolare ovvero dizionario generale di scienze, lettere, arti, storia, geografia, ecc. ecc. - volume 13 (TAVOLE)

Example text

Esattamente come i dirigibili sono spariti dai nostri cieli. Quando l’Hindenburg prende fuoco, a New York, un po’ prima della guerra, il dirigibile non ha più avvenire. Stessa cosa per il Concorde: l’incidente di Gonesse nel 2000 gli è stato fatale. È una storia, quella, in ogni caso straordinaria. Si inventa un aereo che, invece di metterci otto ore per attraversare l’Atlantico, ce ne mette tre. Chi avrebbe potuto contestare un tale progresso? Ma vi si rinuncia, dopo questa catastrofe di Gonesse, stimando il costo del Concorde troppo caro.

Sembra che parli di un periodo molto lungo, durato secoli. Ma si tratta di una ventina di anni al massimo. L’oblio va veloce. Sempre di più, forse. Queste sono considerazioni banali, è vero, ma il banale è un bagaglio necessario. Per lo meno all’inizio di un viaggio. ) è stata proposta in cd-rom al prezzo, se mi ricordo bene, di cinquantamila dollari. A quel prezzo, la patrologia era accessibile solo alle grandi biblioteche e non ai poveri ricercatori (per quanto i medievisti si siano messi a piratare allegramente i dischi).

L’errore è umano nella misura in cui appartiene solo a coloro che cercano e che si sbagliano. Per ogni equazione risolta, per ogni ipotesi verificata, per ogni progetto realizzato, per ogni visione condivisa, quanti i percorsi che non hanno portato da nessuna parte? Così i libri illuminano il sogno di un’umanità affrancata infine dalle sue stancanti turpitudini, ma contemporaneamente lo oscurano e lo appannano. Sceneggiatore di fama, uomo di teatro, saggista, Jean-Claude Carrière non ha meno simpatia di Eco per questo monumento misconosciuto, e secondo lui non abbastanza visitato, che è la stupidità, cui ha dedicato un’opera continuamente ristampata: “Quando abbiamo iniziato, negli anni sessanta, io e Guy Bechtel, il nostro Dictionnaire de la bêtise, che ha avuto più edizioni, ci siamo detti: ma perché dedicarsi solo alla storia dell’intelligenza, dei capolavori, dei grandi monumenti dello spirito?

Download PDF sample

Rated 4.35 of 5 – based on 46 votes