By Luciano Canfora

Il vincolo che collega los angeles nostra cultura alla lingua, alla storia, al pensiero dei Greci e dei Romani non va ricercato in una presunta identità tra noi e gli antichi. Al contrario, capire le differenze ci consentirà di conoscere il senso che il passato e l. a. sua eredità hanno su di noi.
È questa l. a. through seguita da Luciano Canfora nei saggi scritti in step with questo quantity, incentrati su alcuni temi cruciali: il metodo degli storici antichi, il rapporto tra storiografia e verità, l. a. visione della storia come fiume "grande e lutulento" che assimila e trascina le più different tradizioni culturali. L'opera propone solidi argomenti in step with riflettere sulla centralità degli studi classici nella formazione della cultura moderna e spiega come essi rivelino qualcosa di nuovo non solo sul mondo antico, ma anche sul nostro.
Il quantity, arricchito in questa edizione da una nuova parte sulla tradizione classica, si finish con una sezione, non priva di spunti polemici, dedicata all'attuale statuto scolastico della cultura classica e riporta in Appendice uno scritto latino del giovane Marx sul principato di Augusto.

Show description

Read Online or Download Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Booklet via Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Extra resources for Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni

Sample text

Certo, si potrebbe osservare che in fondo è solo questione di pazienza: meglio se passano alcuni anni, le passioni si raffreddano, i documenti ci aspettano ben ordinati in buste e fascicoli destinati al tardivo godimento degli storici. Nulla di più illusorio. In quanto emanazione dello Stato e del potere, l’archivio continua a essere manipolato (o per lo meno può continuare a esserlo). Š Ma questo è solo un lato della questione: il momento delicato è quello del “versamento”, quando cioè lo Stato concede a quella parte di se stesso che sono gli archivi la conservazione dei documenti in una condizione di relativa pubblicità, ed il versamento si produce solo dopo un’adeguata scrematura.

Noi sappiamo bene che, guardata da vicino, la democrazia greca, per esempio ateniese (la più celebre e la più influente), era un regime di esclusione , fondato su rigorose delimitazioni dell’accesso al bene supremo della cittadinanza, e connesso sin dal principio con la “capacità” militare. Perciò, e non solo per quell’immensa “esclusione” sociale che fu la schiavitù, noi non ci riconosciamo in quel modello, anche se siamo ben consapevoli della sua enorme e durevole influenza come alimento della politica dei moderni.

E attaccava su di un punto – la schiavitù – che Constant appena sfiora, tutto preso come è dal tema, per lui centrale, consistente nel tutelare e rivendicare la «libertà della ricchezza». Ecco la lezione di Volney all’École (aprile 1795): Š I nostri antenati giuravano su Gerusalemme e sulla Bibbia, una nuova setta ha giurato su Sparta, Atene e Tito Livio. 2 Š Attaccando su questo punto, Volney sovvertiva alla radice l’immagine stessa, «liberatrice», della democrazia antica, riportandola alla sua sostanziale natura di democrazia per una élite : l’élite numericamente estesa certo, ma, in confronto con le masse di schiavi, esigua, dei cittadini di pieno diritto, dei «liberi e uguali».

Download PDF sample

Rated 4.18 of 5 – based on 8 votes