By Pietro Janni

Show description

Read or Download Miti e falsi miti: luoghi comuni, leggende, errori sui greci e sui romani PDF

Similar italian books

Bossic instinct

Il libro raccoglie le principali vignette edite ed inedite del 1993. Un anno così burrascoso dal punto di vista politico da rappresentare, consistent with Forattini, un'autentica cuccagna.

Additional resources for Miti e falsi miti: luoghi comuni, leggende, errori sui greci e sui romani

Sample text

A contribution to the "Atlantis" problem, in «Proceed. » 1912, VIII, p. 229. Un paio di isole con «ripam altissimam sicut murum» si trovano anche nella Navigatio sancti Brendani, capp. 6 e 24. Palefato, De incredibilibus 17 ( 1 8), interpretava alla sua maniera il muro di bronzo come il travestimento favoloso di un esercito di opliti! 1° Così si deduce chiaramente da Odissea VII 54-55; la genealogia che segue, dove i due diventano cugini, è ritenuta un'interpolazione moralistica. Kf MURRAY, The rise o/ the Greek epic, Oxford 1924, p.

II, p. 230 sgg. (sui contatti con la questione di Atlantide v. p. 239), WESTROPP, Brasi! R. CRONE, The 'mythical' islands o/ the Atlantic Ocean: a suggestion as to their origin, in Comptes rendues du congrès international de géographie. Amsterdam 1938, Leiden 1938, vol. Il, pp. 164-17 1 . E. NORDENSKIÒLD, Facsimile-Atlas to the early history o/ cartography, Stockholm 1 889. Per ironia della storia, tanto Antilia quanto l'altra leggendaria Isola delle Sette Città (qualche volta con essa identificata) sono segnate sul globo di Martin Behaim del 1492, proprio la data della scoperta dell'America.

37• Altra traccia, sia pure esigua, di un possibile legame fra il Ciclope dell'Odissea e le figure del folklore internazionale: le storie tradizionali conoscono orchi dalla curiosa caratteristica 53 di tenere gli occhi aperti quando dormono, chiusi quando vegliano38. Che qualche prefigurazione di Polifemo facesse altrettanto, facilitando così l'accecamento durante il sonno che nell' Odissea è rimasto? Oggi si conviene generalmente che il racconto omerico non può essere la fonte prima di una diffusione così imponente, anche se è probabile che la sua grande popolarità reagì su una parte dei filoni anonimi dai quali le era venuta l'ispirazione; questo è sicuro nel caso delle versioni neo-greche e siciliane in cui il nome dell'orco ricorda in maniera evidente Kyklops o Polyphemos, pur se a trasmetterle furono persone che del­ l'Odissea ignoravano forse anche l'esistenza.

Download PDF sample

Rated 4.80 of 5 – based on 17 votes