By Agostino Lombardo

Publication through Agostino Lombardo

Show description

Read or Download L'eroe tragico moderno PDF

Similar italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Publication through Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in line with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Extra resources for L'eroe tragico moderno

Example text

Erano esseri vibranti, e quelli di livello più basso condividevano lo stesso spazio fisico degli esseri umani. Essi toccavano tutti gli aspetti del mondo naturale e degli insediamenti umani. Alcuni dèi erano in posizione notevolmente più alta di altri. La religio che queste divinità di alto rango ricevevano dipendeva, in larga misura, dal­ l 'immagine che i loro adoratori avevano di se stessi. I filo­ sofi mistici si struggevano dalla brama per gli dèi superio­ ri e, al di là di essi, per l 'unione con l'Uno, la fonte meta­ fisicamente necessaria, inebriante, di ogni essere.

Il «peccato>> , per alcuni cristiani, poteva essere conside­ rato come parte della persona, un ammasso inerte di anti­ che abitudini, ispirate dal demonio, accumulatesi nel suo intimo nel corso del tempo. Esso poteva essere gettato nel passato, con un drastico e drammatico atto di conversione. Per i cristiani meno inclini all'ottimismo, il «peccato» stava a ricordare in ogni momento quanto di quel passato per­ maneva ancora in ogni persona. Era appunto sul <

L'estensione dello Stato romano riduceva notevolmente la distanza fra alto e basso. Aurelio Isidoro era un astuto contadino del Fayum, in Egitto. Fra il 297 e il 318, si trovò annualmente coinvolto negli spasmi dell'attività legata alla raccolta e distribuzione delle tasse imperiali. Isidoro era il­ letterato, ma conservò accuratamente i documenti relativi alle tasse - liste di stime, continue petizioni a «Vostra Ma­ gnificenza>> (il rappresentante locale del governo centrale) , e anche un editto dell'imperatore Diocleziano, che, con alata retorica, elencava i vantaggi del nuovo sistema di tas­ sazione.

Download PDF sample

Rated 4.86 of 5 – based on 27 votes