By Filippo Cerulo

Show description

Read Online or Download Introduzione all'uso dei Database con OpenOffice 2.0 PDF

Similar italian books

Bossic instinct

Il libro raccoglie le principali vignette edite ed inedite del 1993. Un anno così burrascoso dal punto di vista politico da rappresentare, in step with Forattini, un'autentica cuccagna.

Additional resources for Introduzione all'uso dei Database con OpenOffice 2.0

Example text

Quelli di voi che hanno usato altri db ed hanno a cuore la sicurezza dei propri dati, continuando nella lettura di questo paragrafo potrebbero storcere il naso (io direi meglio “sentire un sudore freddo su per la spina dorsale”), ma che volete, questi di MySql passano metà dell'anno al buio.... Allora, tanto per cominciare, ecco tre succose informazioni che servono a farsi un'idea : 1. 4 – Luglio 2005 2. il concetto di Gruppi di Utenti è sconosciuto a MySql, per cui non si possono assegnare diritti ad un Gruppo e quindi semplicemente aggiungere un Utente al Gruppo; sarebbe troppo comodo, e quindi dovrete assegnare i diritti singolarmente AD OGNI UTENTE; 3.

Perciò, ad esempio 0+null è scorretto (può dare un errore di sistema o ancora un null), e neppure ha senso dire che “pippo” viene prima o dopo “null”. Quindi occhio, amici miei, che questo è un punto fondamentale per ottenere, alla fine, dal nostro archivio valori sensati. Notate che Administrator è abbastanza “intelligente” da capire che se chiamo il primo campo di una Tabella “MId” (quindi il nome contiene la stringa “Id”, cioè “identifier”) ed assegno un valore Integer, allora quel campo potrebbe essere una chiave primaria; perciò l'indice viene creato in automatico.

Questo è già un buon risultato, ma andiamo avanti. 5 Errore di violazione dell'integrità referenziale Cioè il Motore di Db mi impedisce di aggiungere un Record con un valore nel campo ArgId NON PRESENTE in TbArgomenti. Cioè non è possibile inserire figli senza genitore. Era quello che volevamo, no ? Torniamo però un passo indietro. Nella finestra di impostazione della chiave esterna, si possono notare due altre opzioni, precisamente “ON UPDATE” e “ON DELETE”, entrambe settate su “NO ACTION”. Bene, se quello che abbiamo appena visto è il comportamento standard del motore di Db (NO ACTION), possiamo comunque eventualmente scegliere delle opzioni alternative ne caso si modifichi (ON UPDATE) o si cancelli (ON DELETE) la chiave esterna (cioè il genitore di una serie di records presenti nella Tabella “figlia”).

Download PDF sample

Rated 4.73 of 5 – based on 10 votes