By Silvia Gastaldi

Dalle origini della polis all'età imperiale romana, passando in step with Solone, i sofisti, Socrate, Platone, Isocrate, Senofonte, Aristotele, i cinici, gli epicurei e gli stoici, Cicerone, Seneca, Tacito, Marco Aurelio: Silvia Gastaldi traccia un quadro d'insieme del grande insegnamento greco e romano in materia di teoria politica.

Show description

Read or Download Introduzione alla storia del pensiero politico antico PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Booklet by means of Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Additional resources for Introduzione alla storia del pensiero politico antico

Sample text

Che il timore di Agamennone sia fondato è attestato tanto dalla reazione immediata e violenta di Achille, quanto da ulteriori interventi non meno vigorosi di altri re nel successivo svolgimento del poema. Annunciando la sua decisione irrevocabile di abbandonare il combattimento, Achille respinge anzitutto l’affermazione orgogliosa e sprezzante di Agamennone che ha rivendicato la sua prerogativa di phèrteros, «migliore», «più forte», accusandolo di viltà: «Ubriaco, faccia di cane, cuore di cervo, che non osi combattere in armi con il tuo esercito, né prendere parte agli agguati con gli Achei valorosi: lo temi come la morte» (Iliade, 1, 225-228).

Nella Teogonia, Zeus conquista il potere tramite una guerra lunga e cruenta che lo vede associato ai fratelli contro il padre e le divinità che per lui parteggiano, i terribili e violenti Titani. Sprofondati nel Tartaro gli avversari, diviene ormai re incontrastato. La presa del potere coincide con l’imposizione di un ordine al mondo: nella lettura mitico-religiosa operata da Esiodo, è Zeus stesso a produrre questo assetto tramite una sequenza di atti generativi, attraverso la molteplicità delle sue unioni matrimoniali.

Si dà conto, al contempo, dell’emergere e del progressivo affermarsi di una nuova modalità assunta in epoca ellenistica dal discorso politico: quella del trattato sulla regalità, che giunge a costituire un vero e proprio genere letterario ben codificato e destinato a una lunga e immensa fortuna. Sviluppando una serie di temi già presenti, a partire dal IV secolo, nei discorsi parenetici di Isocrate, di cui l’A Nicocle è un esempio emblematico, il trattato ellenistico attesta che il ruolo dei filosofi e degli intellettuali può essere solo quello di suggerire al re come orientare le sue scelte politiche e indurlo alla pratica di quelle virtù da cui può scaturire una buona forma di governo, utile e giovevole ai sudditi.

Download PDF sample

Rated 4.78 of 5 – based on 19 votes