By Domenico Losurdo

Show description

Read or Download Il revisionismo storico. Problemi e miti PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

E-book via Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in step with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Additional resources for Il revisionismo storico. Problemi e miti

Sample text

In ogni caso, la delegittimazione di quest’ultima mette in crisi l’ideologia della guerra cui hanno fatto ricorso i nemici della Germania. Ed ecco emergere il secondo aspetto centrale del revisionismo storico, la rilettura critica dei due conflitti mondiali. Col trattato di Versailles, la Germania è costretta ad assumersi la «colpa» di aver scatenato un’aggressione in violazione della «moralità internazionale» (artt. 231 e 227). In tal modo, i vincitori si atteggiano a campioni della legalità e della moralità, oltre che della democrazia e della pace.

Sul versante opposto, l’Intesa giustifica e celebra la guerra da essa condotta come un contributo decisivo alla causa del trionfo della democrazia e della pace sul dispotismo e militarismo, come una rivoluzione democratica internazionale chiamata ad espugnare una volta per sempre la fortezza dell’antico regime rappresentata dagli Imperi Centrali e, in modo tutto particolare, dalla Prussia. Quest’ultima ha avuto soprattutto il torto di aver respinto le «nobili idee» provenienti «dalla Francia del diciottesimo secolo e della Rivoluzione»23.

A questo punto, risulta comprensibile il termine usato. Nell’ambito del dibattito interno ai movimenti politici di ispirazione marxista, «revisionisti» erano coloro che, come Bernstein, intendevano espungere l’eredità «blanquista, o meglio babuvista»22, lo spirito giacobino che essi scorgevano nella teoria di Marx ed Engels e, a maggior ragione, nella teoria e nella pratica del partito bolscevico. 2. La Seconda guerra dei Trent’anni come rivoluzione mondiale Non c’è dubbio, la corrente culturale e politica di cui stiamo parlando evidenzia una svolta storiografica e culturale di grande rilevanza, una svolta in qualche modo epocale.

Download PDF sample

Rated 4.35 of 5 – based on 30 votes