By Giuseppe Zanetto

Show description

Read or Download I miti greci PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Ebook via Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore according to le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Extra resources for I miti greci

Example text

Il mito è il «libro» di questo passato significativo. Per esercitare la sua azione, il mito deve essere proposto e fruito: il canale della sua fruizione è il canto dei poeti, la performance. È solo attraverso la performance poetica che il mito diventa «testo»; e d’altra parte l’elaborazione del mito ha senso perché trova poi sbocco nella performance. Tra mito e performance (che sono, grosso modo, contenuto e contenitore) c’è una stretta corrispondenza: rientrano entrambi in un meccanismo di invariabilità.

Fu il vero creatore della tragedia greca in quanto, secondo la tradizione, introdusse un secondo attore nell’azione consentendo così il confronto e il dibattito di personaggi e idee. Della sua copiosa produzione ci sono pervenute soltanto sette tragedie. Tra queste, le tre che formano l’Orestea, l’unica trilogia (tre tragedie in cui vengono sviluppati tre momenti di uno stesso mito) intera del teatro greco rimasta. ), inventore, secondo la tradizione, della scenografia, introdusse nella tragedia un terzo attore che conferì ai suoi drammi un ritmo più vario e dinamico.

La perdita dell’antico privilegio è di solito conseguenza di una colpa, commessa dagli uomini nel loro complesso o da un loro rappresentante: il «peccato» comporta la punizione divina, che produce un brutale inasprimento della condizione mortale. A tutti noto è il racconto biblico dell’Eden nel libro della Genesi. Nella letteratura greca arcaica le tracce del mitologema sono molteplici. Nel libro XV dell’Odissea, per esempio, Eumeo ricorda gli anni felici della sua infanzia, trascorsi nella remota terra dei suoi padri, dove vino e pane non mancavano, la carestia e le pestilenze risparmiavano la popolazione, che si spegneva in serena e avanzata vecchiaia, per le miti frecce di Apollo e di Artemide.

Download PDF sample

Rated 4.89 of 5 – based on 24 votes