By Costantino Esposito, Pasquale Porro

Show description

Read or Download Filosofia antica e medievale PDF

Best italian books

Bossic instinct

Il libro raccoglie le principali vignette edite ed inedite del 1993. Un anno così burrascoso dal punto di vista politico da rappresentare, in step with Forattini, un'autentica cuccagna.

Extra resources for Filosofia antica e medievale

Example text

Ora, in ciascuno degli istanti in cui la freccia è in volo, essa occupa uno spazio uguale a sé: dunque è ferma, ed è impossibile che una serie di istanti in cui la freccia è ferma possa produrre un movimento. Questo paradosso sfrutta un postulato opposto a quello della divisibilità del continuo – presuppone cioè che il tempo di un movimento sia composto realmente di istanti. E tuttavia, come il punto non è una realtà fisica, ma solo il limite della linea, così anche l’istante (nel modo in cui lo intende per esempio Aristotele) non è qualcosa di reale, che possa essere considerato separatamente, come esistente in sé, ma solo il limite (inesteso) di un qualsiasi lasso di tempo considerato.

Per Eraclìto le vera legge del reale coincide con: a. l’unità degli opposti, in perenne conflitto tra loro. b. il perenne conflitto degli opposti che culmina in una stasi finale. c. la continua espiazione della colpa per ripristinare la giustizia, ovvero l’unità. d. l’armonia guadagnata dagli opposti col ritorno al principio originario. 5 L’armonia dei numeri: Pitagora e la tradizione pitagorica Con Pitàgora ci spostiamo nell’altro dei due ambiti geografici in cui è nata la filosofia, quello della Magna Grecia, ovvero delle regioni meridionali italiane colonizzate (soprattutto per quel che riguarda la fascia costiera) dai Greci.

N on siamo evidentemente in grado di ricostruire molto più di questo: si può ipotizzare, tuttavia, che Talète (come anche altri dei fisici ionici) abbia attribuito un carattere divino a ciò che egli considerava come il principio di tutto il reale. 1. Per Aristotele Talète è: a. il fondatore di quella forma di filosofia che individua in un elemento materiale il principio di tutte le cose. V b. il fondatore di quella forma di filosofia che attribuisce al principio materiale di tutte le cose una natura divina.

Download PDF sample

Rated 4.74 of 5 – based on 17 votes