By Claudio Pavone

Show description

Read Online or Download Dal Risorgimento alla Resistenza PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

E-book by way of Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con los angeles mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in line with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Additional resources for Dal Risorgimento alla Resistenza

Sample text

116 Il quale, fors’anche perché preoccupato di una certa forza di attrazione che Gl mostrava di esercitare sui comunisti che uscivano dal partito,117 tiene a considerare assurdo ogni parallelo fra Gobetti e Rosselli: l’uno povero, pensatore originale, rivoluzionario; l’altro ricco, dilettante dappoco, revisionista ignorante del marxismo fino alla malafede. L’obiettivo politico principale dell’articolo è espresso con chiarezza: Giustizia e Libertà – scrive Togliatti – rappresenta, in questa crisi, il tentativo più vasto che sino ad oggi sia stato fatto dalla intellettualità piccolo-borghese e dalla piccola borghesia radicale per darsi una posizione politica autonoma, assumendo essa la direzione di tutto il movimento antifascista.

I comunisti si trovarono infatti di fronte a un problema analogo a quello che richiamava l’attenzione di Rosselli: fondere la considerazione sul fascismo come fenomeno mondiale caratterizzato dalla “dittatura terroristica aperta degli elementi più reazionari, più sciovinisti, più imperialistici del capitale finanziario” (secondo la nota definizione datane poi da Stalin nel 1933), con l’altra sul fascismo legato a tutte le tare storiche di un paese ben individualizzato come l’Italia. ) e, in definitiva, a quella che sarebbe stata poi la controversia sulla “via italiana al socialismo”.

157-65, e Ancora sul programma agrario di “Giustizia e Libertà”, dove, a p. 671, scrive: “Ah, no, bastardi di Giuseppe Mazzini (definiti poco prima ‘imbroglioni quanto il loro antenato’)! Non l’avete voluta e non l’avete fatta nel 1848 una rivoluzione contadina, e oggi ve ne venite fuori con la riformetta”. 119 43 ma perché, connesso al significato politico immediato cui sopra abbiamo fatto cenno, l’articolo ne ha un altro che si presta a considerazioni più generali. I comunisti si trovarono infatti di fronte a un problema analogo a quello che richiamava l’attenzione di Rosselli: fondere la considerazione sul fascismo come fenomeno mondiale caratterizzato dalla “dittatura terroristica aperta degli elementi più reazionari, più sciovinisti, più imperialistici del capitale finanziario” (secondo la nota definizione datane poi da Stalin nel 1933), con l’altra sul fascismo legato a tutte le tare storiche di un paese ben individualizzato come l’Italia.

Download PDF sample

Rated 4.48 of 5 – based on 47 votes