By S. H. Steinberg

Show description

Read or Download Cinque secoli di stampa PDF

Best italian_1 books

L'eroe tragico moderno

Booklet via Agostino Lombardo

Storia ideologica d'Europa da Sieyès a Marx (1789-1848)

Firenze, Sansoni, 1974, 16mo brossura con copertina illustrata a colori, pp. (Sansoni Università) . Sciolto in parte.

La Bibbia non parla di Dio. Uno studio rivoluzionario sull'Antico Testamento

"Chi legge l'Antico Testamento con l. a. mente disincantata e vi si avvicina con l'atteggiamento sereno che avrebbe verso qualsiasi libro scritto dall'umanità non ha alcuna difficoltà a cogliere l'evidenza dei fatti. " Questo libro è il risultato di anni di studio, pubblicazioni e conferenze. Un cammino che Mauro Biglino ha iniziato come traduttore in keeping with le Edizioni San Paolo e che lo ha portato a sviluppare una lettura alternativa dell'Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.

Additional info for Cinque secoli di stampa

Sample text

In armonia con questo professato disprezzo per il libro prodotto meccanicamente, il cardinale Giuliano della Rovere (piu tardi papa Giulio Il) fece copiare a un altero amanuense ( 1479) le Guerre civili di Appiano stampate nel 1472 da Wendelin von Speyer. Il calligrafo adottò perfino il colophon dello stampatore, cambiando sol- LA DIFFUSIONE DELLA STAMPA 39 tanto ((impressi t Vindelinus » con <( scripsit Franciscus Tianus )). Ancora nella seconda metà del secolo XVIII un esteta come il cardinale Rohan celebrava la messa usando solamente messali manoscritti.

Griffo incise anche varie serie di tondo, particolarmente importanti in quanto egli si rifece a modelli assai piu antichi di quelli degli amanuensi umanisti o, in fin dei conti, carolingi: e cioè alle iscrizioni lapidarie della Roma imperiale. Le sue serie piu riuscite sono la prima - usata inizialmente per il De Aetna di Pietro Bembo (1495)- e la terza, usata per la curiosa Hypnerotomachia Poliphili nel 1499. Ambedue questi caratteri esercitarono il loro fascino sugli artisti grafici di generazioni successive, da Simon de Colines e Robert Estienne nel secolo XVI, a Van Dyck e Grandjean nel xvu, Caslon nel xvm e Stanley Morison nel xx.

Breitinger e Wieland, e sopravvive ancor oggi nella casa Orell, Fiissli e soci di reputazione europea. Augusta. Una caratteristica delle stamperie di Augusta fu il tentativo, precoce e coronato da successo, di unire alla stampa del testo anche quella delle illustrazioni, o meglio di continuare la tradizione dei manoscritti illuminati con il nuovo mezzo della stampa. Non è senza significato jl fatto che il primo stampatore di Augusta- Giinther Zainer, che probabilmente aveva appreso l'arte nella bottega di Mentelin a Strasburgo- venisse chiamato all'abbazia dei SS.

Download PDF sample

Rated 4.68 of 5 – based on 35 votes