By Andrea Moro

Show description

Read Online or Download Breve storia del verbo essere. Viaggio al centro della frase PDF

Best italian books

Bossic instinct

Il libro raccoglie le principali vignette edite ed inedite del 1993. Un anno così burrascoso dal punto di vista politico da rappresentare, in line with Forattini, un'autentica cuccagna.

Additional info for Breve storia del verbo essere. Viaggio al centro della frase

Example text

E quello che possiamo sperare di decifrare, almeno per ora, è la struttura di queste istruzioni: cioè le sue regole, gli elementi primitivi che la compongono e le leggi che sovrintendono alla loro combinazione, i limiti entro i quali essi possono variare, e forse alla fine, ma solo alla fine, il modo nel quale queste istruzioni sono inscritte nella nostra carne. Certo, è un po’ poco rispetto a tutto quello che veicola il linguaggio: rimangono fuori, per esempio, le emozioni, l’arte, la poesia, ma non abbiamo alternative ragionevoli per procedere.

Di questo, infatti, si era già accorto nientemeno che Aristotele. Ipse «non» dixit: la copula in Aristotele Ipse dixit: l’ha detto lui, quindi è vero. Tanta era la stima e la fortuna di Aristotele, dall’antichità classica giù giù fin ben oltre il Medioevo e il Rinascimento, che bastava che una cosa l’avesse detta lui perché fosse creduta senz’altro vera. Ci son casi, però, dove si mettono in bocca ad Aristotele cose che non ha mai detto. Uno di questi coinvolge proprio la copula: vedremo presto perché.

Infine ci sono casi, per così dire, intermedi, dove il verbo essere è assente ma solo in certe condizioni: in russo e maltese, ad esempio, il verbo essere non è mai usato al presente, così come in ungherese, dove manca anche tutte le volte che la frase ha un soggetto di terza persona. Se poi invece guardiamo al verbo essere in quanto verbo, cioè come distinto da altre parti del discorso, come aggettivi, pronomi e via dicendo, la situazione si fa ancora più complessa. In ebraico, ad esempio, quando viene espresso, l’elemento grammaticale che svolge la funzione che ha in italiano il verbo essere ha la forma di un pronome personale; così, per dire Giovanni è un maestro posso dire Giovanni un maestro oppure Giovanni egli un maestro.

Download PDF sample

Rated 4.71 of 5 – based on 44 votes